Cos'è

Il visto poteri di firma consiste in un controllo di legittimità della firma del soggetto firmatario quale legale rappresentante dell'impresa.

Le dogane di alcuni paesi esteri (in particolare extraeuropei) richiedono alle imprese esportatrici di presentare una serie di documenti vidimati: fatture, listini prezzi, dichiarazioni riportanti la composizione di alcuni prodotti, traduzioni, fatture di nolo, ecc.. La richiesta per la vidimazione di tali documenti può essere presentata alla Camera di commercio del luogo in cui l'impresa ha la sede legale o l'unità locale.

Icona In evidenza Registro Imprese


In evidenza


Attestato libera commercializzazione per domiciliazione bancaria in Algeria

Per richiedere l'attestazione, vistata dalla Camera di Commercio, richiesta dalle Banche algerine ai fini della domiciliazione, è stato predisposto da Unioncamere Italia un visto camerale, su attestazione della stessa impresa, che contiene complessivamente le informazioni necessarie ai soggetti algerini interessati (clienti e banche).

Per richiedere l'attestato con il visto camerale è necessario compilare:

  • modello in francese, in duplice copia, firmato in originale dal legale rappresentante;
  • istanza dell'impresa inerente ai prodotti oggetto dell'attestato firmato in originale dal legale rappresentante;
  • fotocopia carta identità del firmatario.

Come ulteriore documentazione, vengono accettate, a titolo di esempio, fatture precedenti per gli stessi prodotti verso l'Algeria, certificati di conformità, copia dell'etichettatura CE, certificati di qualità ISO.

 

Come fare

La richiesta deve essere effettuata presso gli sportelli polifunzionali:

Documenti da presentare:

  • modulo di richiesta con allegata fotocopia del documento d'identità;
  • copie del documento per le quali viene richiesto il timbro, più una copia, che sarà conservata agli atti dell'ufficio, firmate in originale.

L'apposizione del visto poteri di firma prevede un costo di 3 euro di diritti di segreteria pagabili allo sportello in contanti, Bancomat o Carta di credito - no American Express.

 

Da sapere

 Da sapere


L'ufficio non appone il visto su:

  • dichiarazioni dell'impresa riguardanti l'origine dei prodotti;
  • dichiarazioni discriminatorie, incompatibili con le convenzioni internazionali e con le leggi nazionali, indicanti ad esempio che le merci non contengono prodotti originari di alcuni paesi sottoposti a discriminazione o che non sono trasportate da navi iscritte nelle black list;
  • lettere di invito in Italia a favore di cittadini di paesi terzi.

Postilla o apostille

In alcuni casi potrebbe essere richiesta l'apposizione della postilla (o apostille) che prevede che il documento venga firmato e controfirmato da due diversi funzionari della Camera di commercio, e che la controfirma venga autenticata dalla Prefettura. Per ulteriori informazioni consulta Ministero degli Affari Esteri.

 

Forse cercavi

Non si effettua più la vidimazione per la congruità dei prezzi sulle fatture. Per un visto di conformità dei prezzi contenuti in documenti contabili rispetto ai prezzi indicati nei listini depositati dalle imprese, consultare la pagina del servizio prezzi.