Il diritto annuale è un tributo che tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro Imprese devono versare ogni anno a favore della Camera di Commercio competente territorialmente (L. 580/93 Art. 18).

L'entità del diritto annuale è stabilita annualmente con decreto interministeriale.
Ogni anno, all'avvicinarsi della scadenza, le Camere di Commercio inviano alle imprese una comunicazione con gli importi e le modalità di pagamento.

 

Icona In evidenza Diritto annuale


In evidenza

Maggiorazione del diritto annuale
Si rammenta che il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 22 maggio 2017 ha autorizzato le Camere di Commercio a incrementare l'importo del diritto annuale del 20%, per gli anni 2017-2018-2019. 
La maggiorazione è destinata a finanziare programmi e progetti per la promozione dello sviluppo economico e l'organizzazione di servizi alle imprese. In particolare la Camere di commercio Metropolitana di Milano-Monza- Brianza-Lodi, in accordo con Regione Lombardia, promuoverà l'attuazione del "Piano Industria 4.0", azioni finalizzate all'orientamento al lavoro e alle professioni, "Alternanza Scuola-Lavoro", e la promozione del patrimonio culturale e del turismo.

Le imprese che hanno eseguito il pagamento del diritto annuale senza maggiorazione entro il 28 giugno 2017 (data di pubblicazione del decreto menzionato) possono effettuare il conguaglio rispetto all'importo versato entro il secondo acconto delle imposte dirette senza applicazione di alcuna sanzione.
Nel caso di omesso pagamento o di pagamento incompleto, effettuato successivamente alla data del 28 giugno 2017, è possibile regolarizzare la propria posizione avvalendosi del ravvedimento operoso.


Differimento del termine di versamento del diritto annuale
Con nota del 31 luglio 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato che il differimento del termine di versamento delle imposte sui redditi, stabilito dal DPCM 20 luglio 2017 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2017, trova attuazione anche per il versamento del diritto annuale per l'anno 2017 effettuato dai contribuenti rientranti nell'ambito soggettivo di applicazione della norma sopra citata. Per tali imprese la scadenza del 30 giugno 2017 è quindi prorogata al 20 luglio 2017, e fino al 21 agosto 2017 può essere effettuato il versamento con la maggiorazione dello 0,40%.

Il Ministero ha altresì chiarito che per i soggetti REA, non rientrando nella casistica individuata dalla norma, resta confermata la scadenza del 30 giugno 2017, con la possibilità di effettuare il versamento entro il 31 luglio con la maggiorazione dello 0,40%.


icona servizi online Utilizza i servizi online per: annullamento cartella esattoriale; verifica pagamenti; rimborso diritto annuale; informazioni specialistiche sul diritto annuale.


Attenti alle truffe e alle pratiche ingannevoli.

Archivio avvisi

 

Vai alla pagina web dedicata
Diritto annuale 2017 Lodi
Vai alla pagina web dedicata
Vai alla pagina web dedicata
Vai alla pagina web dedicata
Vai alla pagina web dedicata
Vai alla pagina web dedicata
Icona In evidenza Registro Imprese


In evidenza

Le informazioni su cartelle esattoriali o situazioni debitorie relative al diritto annuale possono essere fornite soltanto all'interessato (titolare o legale rappresentante) o a persona da lui delegata.
La delega è con firma semplice e con allegato copia del documento d'identità del delegante e del delegato.



Attenti alle truffe e alle pratiche commerciali ingannevoli
Per il pagamento del diritto annuale la Camera di Commercio non emette più i bollettini postali.